Bibracte_Antoine Maillier_106100.jpg

Il progetto

Obiettivi:

PITCHER si basa sia sulle raccomandazioni finali del progetto europeo NETCHER (H2020 - 2019-2021) coordinato dal CNRS, che ha implementato una forte rete transettoriale, sia sulle Raccomandazioni sulla lotta al saccheggio e al traffico di beni culturali. Una delle componenti della Raccomandazione è la necessità di sensibilizzazione e orientare le comunità educative. L'idea del progetto nasce da CNRS, ENSP, MCA - membri del consorzio NETCHER - a cui hanno poi aderito BIBRACTE, importante istituzione archeologica, MUSEOMIX, punto di riferimento nella mediazione per musei, e diverse scuole di Grecia, Spagna e Italia al fine di co-progettare e realizzare il progetto Pitcher.

Come:

 

PITCHER propone un nuovo modello per spiegare ai giovani come sostenere la lotta al saccheggio e al traffico illecito di beni culturali, indirizzandosi ai loro insegnanti, per sensibilizzarli sul tema e accrescere la loro competenza professionale in questo campo. Per fare ciò, il progetto si basa si articola in tre fasi principali:

 

1 - Creazione di un quadro e una metodologia comuni
November 2021- Ottobre 2022

Durante il primo anno del progetto, i partner costruiranno un quadro comune e una metodologia di lavoro analizzando le buone pratiche e le iniziative esistenti. Ciò include l'identificazione di casi di studio e interviste con le parti interessate e gli attori chiave. Nei paesi partner potranno essere organizzati focus group a livello locale con le parti interessate per condividere e validare i risultati della prima fase. Saranno prese in esame a analizzate le collezioni digitali europee del patrimonio culturale, per identificare e selezionare i materiali più efficaci da mettere a disposizione delle scuole europee.

jason-goodman-Oalh2MojUuk-unsplash(1).jpg
 

2 - Sviluppare e testare risorse educative aperte
Novembre 2022 - Iuglio 2024

Durante la seconda fase, i partner svilupperanno delle Risorse educative aperte (OER). I corsi formativi e i relativi materiali didattici saranno redatti in lingua inglese nella prima versione e, se necessario, verranno tradotti e testati nei paesi partner. Docenti e studenti, ma anche cittadini, saranno coinvolti nell'azione pilota. Grazie al feedback ricevuto dai partecipanti alle azioni pilota, le OER saranno riviste e messe a punto. In questa fase verranno potenziate le attività di valutazione per supportare la sperimentazione con la raccolta e l'analisi di dati adeguati.

Bibracte_Antoine Maillier_106100.jpg
 

© Antoine Maillier. Bibracte

3 - Modellazione e raccomandazioni
Aprile 2024 - Ottobre 2024

Sulla base dei risultati della fase di test, i materiali formativi saranno rivisti, migliorati e arricchiti con materiali integrativi. Durante questa fase, i partner lavoreranno insieme per creare un modello di intervento e una serie di linee guida e raccomandazioni per la redazione di un documento che spiani la strada per un uso massiccio del modello e delle risorse formative a livello locale, regionale o addirittura nazionale. PITCHER svilupperà scenari che rientrano nel concetto di "scuola aperta" costruendo cluster di stakeholder attorno a un impegno creativo e critico dei giovani nella lotta contro il saccheggio e il traffico illecito di beni culturali, coinvolgendo anche - come target secondario - educatori museali, istituzioni della memoria e altre organizzazioni coinvolte in settori educativi informali e non formali, come centri di comunità, servizi per i giovani e rei minorenni.

Bibracte_Antoine Maillier_125441-07.jpg

© Antoine Maillier. Bibracte